Android, cosa ci si aspetta nel futuro?

Come probabilmente saprete, Android è uno dei tre pilastri nel mondo dei sistemi operativi per dispositivi mobile, tra cui iOS e Windows Phone. Apple ha già tirato la sua carta sul tavolo con iOS 6, mentre Microsoft ha presentato Windows Phone 8 approfittandone per lanciare il suo primo tablet: Microsoft Surface.
E Google? Oggi si terrà uno degli eventi più attesi, soprattutto dagli sviluppatori: il Google I/O 2012. E’ ormai (quasi) certo, che verrà presentato il Google Nexus 7, il primo tablet “made in Google” con la nuova versione di Android, la 4.1 anche detta “Jelly Bean“.

Il possibile Google Nexus 7.

Cosa c’è da aspettarsi da Google, questa volta? Probabilmente, come trapelato da alcuni rumors, la nuova release sarà più mirata a migliorare l’esperienza in ambito tablet, dato che seppur Android sia molto libero e modificabile (vedi le “Custom ROM”), ha ancora molti punti deboli, del resto comprensibili data la giovane età della versione tablet di Android.

Il Galaxy Nexus, il primo smartphone con Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Adesso andiamo alle mie opinioni personali: cosa dovrebbe essere migliorato in Android, cosa mi aspetto? Dalla versione 4.0 di Android, l’interfaccia, la fluidità generale e la pulizia grafica del sistema operativo sono migliorati in maniera consistente. Tuttavia rimane un largo margine di miglioramento.

Hardware.

Uno dei motivi della larga diffusione di Android è sicuramente il fatto che ogni produttore ha libertà totale di scelta per quanto riguarda l’hardware dei terminali Android. Tuttavia, penso che il grosso sia già stato fatto: è ora che Google inizi ad impostare dei paletti. Cosa intendo? Exynos, Snapdragon, OMAP, Tegra e chi più ne ha, più ne metta. Troppe piattaforme hardware, troppi processori in combinazione con GPU diverse, ed in più, aggiungerei, anche i problemi di compatibilità continui che gli sviluppatori, nel peggiore dei casi, devono affrontare. Cosa potrebbe fare Google a riguardo? Potrebbe imporre, prima di tutto, l’uso di uno o due tipi di GPU al massimo, architetture simili, in modo da creare pochi problemi e lasciare un minimo di libertà ai produttori. Un altro problema è quello delle risoluzioni, migliaia di risoluzioni diverse, quasi un utopìa supportarle tutte. Ancora, cosa potrebbe fare Google? Imporre, d’ora in poi (dato che, comunque, il “danno” è già stato fatto), pochi tipi di risoluzioni: fascia bassa 800×480, fascia alta 1280×800, fascia altissima 1920×1200. Stop. Sì, tre risoluzioni standard, ed la felicità degli sviluppatori (soprattutto di videogiochi). Sarebbe così difficile per un gigante come Google? Un gigante che si è imposto nel mercato mobile in poco più di 4 anni? Non lo so, tuttavia è dovuto.

Software.

Tutti, poi, parlano di quella famosa parolina che ad alcuni piace, ad altri meno: frammentazione della versione del sistema operativo. Google ha già tentato di fare qualcosa a riguardo, ed anche se le cose sono vagamente migliorate, si continua a sentire di produttori in grado di far uscire terminali con Android 2.3. Sì, vedasi Motorola con i suoi Razr che non ha ancora aggiornato, vedasi LG che ha aggiornato soltanto da poco i suoi ex terminali di fascia alta ad Android 2.3. Vedasi Panasonic che ancora, nel 2012, sbuca sul mercato con un terminale sicuramente valido, il Panasonic Eluga, con Android 2.3. La furbizia di queste aziende sta nel fatto che Google ha imposto 18 mesi di aggiornamenti come minimo, quindi più la versione di Android è arretrata, più possono far finta di far vedere ai consumatori che loro “aggiornano”. Ma queste sono solo speculazioni personali, sta a vedere cosa passa per la testa al signor Panasonic, o al signor Motorola.
Come dite? Il Play Store? Sì, l’altra grossa mancanza di attenzione da parte di Google. Non voglio dire che il Play Store sia un cattivo mercatino di applicazioni, tuttavia non è certamente nelle condizioni di concorrere con i migliori. E non parlo del numero di applicazioni, in parte parlo della qualità, ed in parte parlo della totale, assoluta libertà da parte degli sviluppatori di applicazioni di pubblicare qualsiasi applicazione, gioco, malware o spyware che sia. Zero controllo, l’anarchia. La solita domanda, cosa può fare la grande G? La risposta c’è da aspettarsela, è da tanto che se ne parla: il controllo, da parte di Google, di ogni singola applicazione, prima di essere effettivamente pubblicata nello Store, con la gioia degli utenti Android, questa volta. Immaginate di fare una ricerca sul Play Store, e di non trovare quelle centinaia di applicazioni inutili, il cui unico scopo è prendere soldi dalla pubblicità o, nel peggiore dei casi, prendere dati personali degli utenti. Certo, con un po di buonsenso si evita di capitare male, ma il buonsenso è legato all’esperienza e alla conoscenza tecnica: ci sono persone che vogliono semplicemente sentirsi al sicuro quando installano un’applicazione.

Conclusione.

Penso che Android sia comunque un sistema operativo incredibile e molto funzionale, tuttavia certe cose possono intaccare anche pesantemente l’esperienza di utilizzo di un utente, e Google se ne dovrebbe rendere conto e fare qualcosa di efficace. Inoltre, non credo che funzionalmente manchi qualcosa ad Android, può fare effettivamente tutto: per Google è questione di non fare troppe aggiunte adesso, e migliorare drasticamente la situazione del suo sistema operativo, capace molto spesso di raggiungere le vette del mercato mobile.

E voi, lettori, cosa ne pensate? Google è sulla buona strada? Cosa dovrebbe migliorare secondo voi?

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Android, cosa ci si aspetta nel futuro?

  1. Pingback: Flash news: Confermata la presenza del Nexus 7 al Google I/O | bitBACON

  2. Pingback: Quattro modi con cui Google potrebbe fare del Nexus 7 un successo | bitBACON

Lascia un commento al gusto di Bacon

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...